Rainieri Lionello, imprenditore veneto, a metà del Novecento decise di avviare una nuova attività dedicata alla lavorazione delle uova.
A Codevigo (in provincia di Padova) organizzò, con la moglie Anita, una piccola impresa basata sulla sgusciatura manuale di uova, che erano stoccate in grandi vasche e in seguito congelate. Nascevano, così, i primi ovoprodotti destinati a pasticcerie e pastifici.
Nel 1965 Rainieri Lionello acquistò la prima macchina sgusciatrice, dando inizio a una crescita continua che gettò le basi per la nascita di un Gruppo che oggi è leader europeo nella produzione di uova e ovoprodotti.

Negli anni Settanta fu inaugurato il primo stabilimento industriale a Santa Maria in Fabriago, vicino a Lugo in Emilia Romagna, dove venivano acquistate le uova destinate ad essere lavorate. Nel 1986 aprì lo stabilimento di Occhiobello (Rovigo) dove fu costruito il primo mangimificio. Durante gli anni ’90 continuò l’espansione con l’apertura del centro di Mordano (vicino a Imola) e di seguito gli altri, grazie anche a numerose acquisizioni.